Chinese (Simplified)EnglishItalian

CERTIFICAZIONI

ISO 9001:2015

ISO 9001 – Sistemi di Gestione per la Qualità è in assoluto la norma di riferimento per la gestione della qualità più conosciuta nel mondo, attualmente utilizzata, che costituisce lo standard non solo per i sistemi di gestione della qualità, ma per i sistemi di gestione in genere.

Per le Organizzazioni, di qualsiasi dimensione, settore o collocazione geografica, l’impegno per la Qualità è divenuto una responsabilità importante.

La corretta gestione della Qualità rappresenta il fondamento di un rapporto duraturo e di fiducia con tutti gli stakeholders, per il mantenimento del consenso e in ultima analisi per la stessa sopravvivenza dell’Organizzazione.

Dal punto di vista sostanziale ciò si traduce nella riduzione del rischio di non rispettare quanto promesso ai clienti e nella capacità di tenere sotto controllo i processi tramite la misurazione delle prestazioni e l’individuazione di adeguati indicatori.

I vantaggi per un azienda certificata ISO 9001 sono molteplici; tra questi troviamo sicuramente una diminuzione dei costi connessi all’inefficienza delle attività svolte, una trasparenza verso i mercati di riferimento ed puntuale definizione delle responsabilità e di percorsi di crescita professionale delle risorse impiegate.

ISO 14001:2015

La certificazione ISO 14001 è uno standard che si rivolge a tutte le aziende che vogliono dar dimostrazione del proprio impegno nei confronti dell’ambiente. Viene richiesta in molte gare pubbliche, specialmente in ambiti ad alto impatto ambientale.

ISO 45001:2018

La certificazione ISO 45001 è uno standard, che ha come obiettivo il rispetto della regolamentazione sulla sicurezza sul lavoro, il miglioramento degli ambienti di lavoro e la prevenzione di rischi e degli infortuni sul posto di lavoro. Essere in possesso di questa certificazione garantisce l’accesso a sconti sul premio annuale INAIL fino al 28%.

ISO 27001:2013

La certificazione ISO 27001 è uno standard rivolto alle aziende che operano nel settore Information Tecnology. La tenuta sotto controllo dei propri sistemi di sicurezza e di protezione dei dati è il punto nevralgico della norma. Richiesta per la qualifica AGID e per qualunque azienda gestisca dati informatici sensibili derivanti dall’amministrazione pubblica.

ISO 22000:2005

La certificazione ISO 22000 è uno standard rivolto alle aziende che operano nel settore agroalimentare. La tenuta sotto controllo dei propri processi di produzione, di distribuzione nel rispetto dei regolamenti HACCP è il punto nevralgico di questa norma, che assicura la sicurezza alimentare dei prodotti aziendali.

ISO 50001:2018

La nuova norma ISO 50001:2018 facilita l’integrazione del SGE con tutti gli altri sistemi di gestione aziendale e contribuisce a migliorare la gestione energetica come elemento strategico e di business di ogni organizzazione. 

ISO 20000-1:2018

La certificazione ISO/IEC 20000 aiuta le organizzazioni a fornire in modo efficiente la gestione dei servizi IT di qualità attraverso un approccio di processo completo.

INDUSTRIA 4.0

EVIT Technical Service, grazie alle competenze dei propri collaboratori, Tecnici ed Ingegneri, svolge anche attività in materia di “Industria 4.0”.

In particolare, è in grado di redigere la documentazione necessaria all’identificazione delle Macchine e degli Impianti, per l’idoneità che regolamenta gli investimenti in disciplina alla maggiorazione della deduzione di iper-ammortamento, attraverso il rilascio dell’attestazione e/o della perizia finalizzata a garantire che tutti i requisiti previsti siano rispettate.

I nostri Ispettori vi condurranno attraverso il labirinto di norme e leggi per ottenere l’ammissione ai requisiti necessari per la dimostrazione dell’idoneità degli impianti e delle macchine.

I nostri servizi sono:

  1. Analisi Tecnica
  2. Attestato (Perizia)

Tale attestato / perizia si articola sulla certificazione di idoneità delle macchine e degli impianti, parti soggette ad approvazione, per la verifica degli standard dei componenti idonei in essi integrati.

EN 12642 XL

Resistenza strutturale del veicolo

EVIT TS esegue test con rilascio della certificazione volontaria, secondo la norma EN 12642, è infatti possibile presso le nostre strutture, certificare l’allestimento dei mezzi con massa >3.500 Kg secondo la direttiva EN 12642 code XL A/B.

Tali unità di trasporto sono caratterizzate da un’etichetta riportante il codice “L” o “XL”, a seconda della resistenza, e sono accompagnate da un certificato attestante la rispondenza alla norma EN 12642, con indicate le forze in daN che può sostenere ciascuna parete.

T-PED

EVIT TS esegue verifiche per l’ottenimento della certificazione T-PED per quanto riguarda i recipienti a pressione, come dettato dalla più recente Direttiva 2010/35/UE. La Direttiva include sia i prodotti di nuova fabbricazione che le apparecchiature esistenti. Vengono inoltre previste le attività di ispezione periodica per la verifica del mantenimento dei requisiti di sicurezza necessari al riutilizzo delle apparecchiature in pressione trasportabili.

Prodotti tipici rientranti nel campo di applicazione della Direttiva sono: Cisterne, Bombole, Recipienti per gas medicali, Cilindri o tubi, Incastellature di bombole e Recipienti criogenici

VERIFICHE GRU

EVIT TS esegue verifiche periodiche su gru e piattaforme installate su autocarri, secondo il Decreto Legislativo n. 81/2008 art. 71 comm. 11

Le verifiche periodiche sono finalizzate ad accertare la conformità alle modalità di installazione previste nelle istruzioni d’uso, lo stato di manutenzione e conservazione ed il mantenimento delle condizioni di sicurezza dell’attrezzatura di lavoro e l’efficienza dei dispositivi di sicurezza e di controllo. Il datore di lavoro, per garantire la sicurezza, l’incolumità e la salute dei propri dipendenti (D. Lgs. n. 81/2008 art. 71 comm. 11),  ha l’obbligo di sottoporre a verifiche periodiche le attrezzature elencate nell’allegato VII del D. Lgs. n. 81/2008, con la frequenza indicata nel medesimo allegato.

Le attrezzature elencate nell’allegato VII del d. lgs. n. 81/2008 sono divise in tre gruppi:

  • Gruppo SC
  • Gruppo SP
  • Gruppo GVR

ATEX

EVIT TS esegue la valutazione del rischio di esplosione con classificazione degli ambienti a rischio ATEX ai sensi del D.Lgs. 81 del 9 Aprile 2008 Titolo IX. Si intende per “atmosfera esplosiva” una miscela con l’aria, a condizioni atmosferiche, di sostanze infiammabili allo stato di gas, vapori, nebbie o polveri.

La sicurezza nei luoghi di lavoro con pericolo di esplosione è regolamentata, a livello europeo, dalla Direttiva 1992/92/CE “ATEX Lavoro” (ATEX – ATmosphères EXplosibles), correlata è la Direttiva 2014/34/UE “ATEX Prodotti”. La direttiva è stata recepita in Italia con D.Lgs. 233/03 e successivo D.Lgs. 9 aprile 2008 n.81 (titolo XI).

Il datore di lavoro deve ripartire in zone le aree in cui possono formarsi atmosfere esplosive, per la classificazione delle aree o dei luoghi si può fare riferimento alle norme tecniche armonizzate relative ai settori specifici, tra le quali:

  • EN 60079-10 (CEI 31-30) “Classificazione dei luoghi pericolosi” e successive modificazioni;
  • EN 61241-10 (CEI 31-66) “Classificazione delle aree dove sono o possono essere presenti polveri combustibili” e successive modificazioni; e le relative guide:
  • CEI 31-35 e CEI 31-56; e per l’analisi dei pericoli, valutazione dei rischi e misure di prevenzione e protezione, alla norma:
  • EN 1127-1” Atmosfere esplosive. Prevenzione dell’esplosione e protezione contro l’esplosione. Parte 1: Concetti fondamentali e metodologia”.

 

DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE

La direttiva macchine indica informalmente la direttiva dell’Unione europea 2006/42/CE che si applica a macchine fisse, mobili, trasportabili e di sollevamento/spostamento, anche se alcune macchine restano però escluse dal campo d’applicazione di tale direttiva.

La nuova revisione della direttiva macchine si applica ai seguenti prodotti:

a) macchine;
b) attrezzature intercambiabili;
c) componenti di sicurezza;
d) accessori di sollevamento;
e) catene, funi e cinghie progettate e costruite a fini di sollevamento come parte integrante di macchine per il sollevamento o di accessori di sollevamento;
f) dispositivi amovibili di trasmissione meccanica;
g) quasi-macchine.